Westworld: La Fantascienza Torna al Far West

westworld logo
westworld logo

Penso di aver scritto ormai più di una volta di quanto mi piacciano le contaminazioni di genere: vero sinonimo del fatto che certe storie hanno ancora qualcosa da dire. Mai come in questo “Westworld” direi che ne abbiamo la riprova.
Da un film del 1973, scritto e diretto da Michael Crichton, ecco arrivare l’idea di un parco dei divertimenti enorme per ricchi dove è possibile vivere esperienze tipiche dei vecchi film ispirati al selvaggio west. Al posto di attori e figuranti però il parco è pieno di androidi, i cosiddetti “residenti”: macchine tanto simili agli esseri umani da poter essere confusi con essi.
I residenti “vivono” le loro vite in modo del tutto automatico ma hanno la possibilità di “improvvisare” ovvero applicare un comportamento nuovo ad una situazione imprevista. Così i turisti possono inserirsi come preferiscono nelle diverse narrazioni precostituite cambiandole e rendendole qualcosa di sempre nuovo.
Ad ogni “ciclo” il tutto riprende da capo e tutti i residenti feriti, danneggiati, dispersi o morti vengono riportati dal personale nei propri punti di partenza. Fino a quando qualcosa non comincia ad andare in modo diverso dal previsto…

L’idea del “parco fuori controllo” è sempre stata cara a Crichton, anche prima che cominciasse a riepirli di dinosauri, tuttavia all’idea davvero buona va associato un cast stellare e di carattere che da spessore fantastico alla narrazione. Anthony Hopkins in testa, seguito a ruota da Ed Harris che in questa serie ricorda tanto quel “texano dagli occhi di ghiaccio” a cui gli autori devono aver sicuramente pensato.

Non dico altro sulla trama per non togliervi nessun genere di sorpresa ma il ritmo della serie è ottimo, come anche gli intrecci narrativi che andranno ad incontrarsi al momento giusto per poi guidarvi verso il finale. Finale che vi farà davvero dispiacere di esserci arrivati…. ma non preoccupatevi… la serie è stata già confermata per la stagione 2!

About Paolo Zaboi 44 Articles
Fermamente convinto che "I predatori dell'Arca Perduta" sia uno dei migliori film della storia del cinema, vive e passa il suo tempo in quel di Milano. Adora i film commercialissimi, tutto ciò che è Marvel, le vecchie avventure grafiche della Lucas e le serie TV. Giocatore (nel poco tempo libero) su Pc e Playstation, con fiducia e speranza, attende dagli anni '80 l'uscita della prossima console Atari. Ha creato questo blog un po' per spirito di condivisione... è un po' per scrivere in libertà di tutto quello che gli piace. Odia leggere i lunghi profili sui blog per questo il resto lo trovate solo su Linkedin: https://www.linkedin.com/in/paolozaboi ------ Firmly convinced that "Riders of the Lost Ark" is one of the best movies in cinema history, he lives and spend all his time in Milan. He loves movies, everything Marvel, Lucas's old graphic adventures and TV series. Player (in leisure time) on PC and Playstation, with confidence and hope, expects the release of the next Atari console from the 1980's. He created this blog (maybe...) for sharing spirit ... or simply to write free about anything he loves. He hates reading long profiles on blogs so all the rest is on Linkedin: https://www.linkedin.com/in/paolozaboi

Be the first to comment

Leave a Reply

Your email address will not be published.


*